I fratelli Grimm, 200 anni dopo

Ai due linguisti e filologi tedeschi è dedicato il doodle di Google di oggi, per il bicentenario delle loro “Fiabe del focolare”

fratelli-grimm

I fratelli Grimm sono i protagonisti del doodle di Google di oggi. Al posto del tradizionale logo della società, nella homepage del motore di ricerca c’è un racconto per immagini di Cappuccetto Rosso, una delle fiabe più conosciute raccontate dai due fratelli, per ricordare i 200 anni della pubblicazione delle loro “Fiabe del focolare”.

Come dimostra il doodle di Google di oggi, i fratelli Grimm sono principalmente ricordati per le loro “Fiabe del focolare”, l’antologia di fiabe raccolte tra il 1812 e il 1815. Nei primi anni dell’Ottocento, Jacob e Wilhelm dedicarono molto tempo alla ricerca e alla trascrizione dei miti e delle leggende della tradizione germanica. Le fiabe erano tramandate da secoli quasi esclusivamente in forma orale, ma la tradizione stava iniziando a perdersi e c’era il rischio concreto che quei racconti potessero sparire dalla memoria del paese. I Grimm ne erano consapevoli e si diedero da fare per recuperare e mettere su carta quei racconti prima che fosse troppo tardi.

Il primo volume delle “Fiabe del focolare” metteva insieme 86 fiabe diverse. L’opera fu progressivamente ampliata con l’aggiunta di nuovi racconti fino a contenerne oltre 200. Le edizioni più recenti riportano di solito due sezioni distinte con circa 200 fiabe e una decine di “leggende per bambini”. Molti dei racconti che abbiamo sentito o letto nella nostra infanzia derivano direttamente o sono adattamenti delle fiabe dei Grimm. Tra i titoli più conosciuti e ricorrenti ancora oggi nella nostra cultura contemporanea, anche grazie alle trasposizioni cinematografiche a partire dai film di animazione Disney, ci sono “Raperonzolo”, “Hansel e Gretel”, “Cenerentola”, “Cappuccetto Rosso” – cui è dedicato il doodle di oggi, “Biancaneve”, “Il ricco e il povero” e “Il gatto con gli stivali”.

 

ilpost.it

Nasce a Parigi il museo di ogni cosa

 

Si chiama Museum of Everything, ed è un luogo dove espongono tutti quegli artisti geniali ma sconosciuti che negli ultimi 3 secoli hanno prodotto opere d’arte

 

      new-splash

 

Si può tradurre con ‘museo di ogni cosa’ o ‘museo di tutto’, fatto sta che il Museum of Everything porta a Parigi tutto ciò che l’arte mainstream ha volutamente (o chissà, forse inconsciamente) messo da parte. Artisti giovani, provocatori, a tratti inquietanti, che attraverso diverse epoche (dal 19simo al 21simo secolo) hanno prodotto arte a 360°, ma sono stati esclusi, dimenticati, messi da parte. Creativi sconosciuti, spesso autodidatti, senza esperienza, che tuttavia hanno dato vita a opere d’arte di notevole valore, solo che i circuiti elitari li hanno esclusi. Potrebbero rientrare nell’art brut, l’arte ‘nuda e cruda’, l’arte degli outsider. Tutto ciò trova ora il suo spazio espositivo a Parigi, presso il Museum of Everything, dopo essere passato attraverso un percorso itinerante che ha toccato la Russia e la Gran Bretagna. Più di 600 opere in mostra, molte delle quali commentate da grandi nomi del mondo dell’arte come Maurizio Cattelan e Paul Chan. Questo museo ambulante trova a Parigi il suo spazio presso un’ex scuola cattolica nel quartiere St. Germain, ed è frutto del progetto The Chalet Society, una struttura che si propone di fornire nuove visioni e spunti di riflessione sull’arte contemporanea.

Per ora il Museum of Everything si trova in Boulevard Raspail 14, ma chissà quale sarà la sua prossima destinazione.

FONTE:  stile.it/viaggi

Museum of Curiosity – A Londra, il museo più curioso del mondo

 

Si chiama The Museum of Curiosity, ed è una collezione privata di ossa, teschi, occhi, protesi e denti, umane e animali. Le stranezze delle scienze naturali in mostra nella capitale britannica

 

 

 

Che Londra sia la città da cui provengono le idee più innovative e bizzarre è un dato di fatto, e che questa frenetica metropoli sia sempre in grado di soddisfare ogni curiosità è altrettanto assodato. Proprio di questo tratta l’ultima iniziativa sul fronte delle ‘stranezze londinesi’, ovvero l’apertura del museo delle curiosità: The Museum of Curiosity.

Inaugurato a novembre nel centralissimo quartiere di Soho, precisamente a Bateman Street, il Museum of Curiosity è un vero e proprio viaggio nelle stranezze della natura. Ossa e denti sono la specialità: qui potrete ammirare un teschio di rinoceronte, o quello di un pellicano con una deformità cranica impensabile, ma anche protesi ‘vintage’ come gambe e braccia del secolo scorso. Scatole piene di denti umani o animali, addirittura un portaoggetti contenente bulbi oculari che si guardano allegramente l’uno con l’altro. E ancora lo sproporzionato osso del pene di un tricheco, o la coda di un cobra gigante. L’ultimo arrivato nel museo delle curiosità unrarissimo struzzo imbalsamato, proveniente dall’Italia, e datato 1785, dell’altezza di oltre 2 metri!

Il creatore di questo museo, Mike Snell, è un collezionista con una vera e propria passione per tutto ciò che si può definire ‘strano’ e fuori dal comune. Una sorta di museo delle scienze naturali in versione bizzarra e con un tocco macabro. Il museo, tra un teschio di lupo dell’era glaciale e uno squalo imbalsamato, ospita anche opere di arte contemporanea, come ilDream Reliquary dello street artist americano Swoon, che ha raccolto e trascritto gli incubi di decine di persone provenienti da tutto il mondo. Si trova inoltre la collezione personale dello scultore Butch Antony.

Snell è un vero e proprio collezionista in stile 18esimo secolo, quando i ricchi gentiluomini amavano circondarsi delle meraviglie che provenivano dalle colonie, dai mondi sconosciuti, dalle popolazioni di altri emisferi. Con la stessa curiosità e passione per la conservazione, Snell ha accumulato negli anni questi incredibili esempi di natura bizzarra, o alcuni aspetti di essa comuni ma semplicemente sconosciuti ai più. E proprio come un collezionista d’altri tempi ha donato la sua collezione privata ad un museo, pratica assolutamente comune un paio di secoli fa. Un microcosmo racchiuso in una stanza, che si trova presso la Pertwee Anderson&Gold Gallery e, a scanso di proroghe, rimarrà aperto fino a fine dicembre.

 

stile.it/viaggi

Halloween nel mondo: gli eventi più importanti

Tre località dove la notte di Halloween viene accolta da gigantesche celebrazioni e parate in grande stile

L’Italia non è certo in cima alla lista dei Paesi dove la festa di Halloween è un evento importante, ma negli anni la notte delle streghe sta coinvolgendo anche lo stivale.     Nei Paesi anglosassoni invece la notte del 31 ottobre è una delle più attese, e alcune città hanno fatto della parata di Halloween l’attrattiva principale in questo periodo dell’anno. Zombie e vampiri, fantasmi e streghe scendono in piazza e invadono le strade, per celebrare la notte fatidica in cui i morti e i vivi sono così vicini…

La più famosa celebrazione si tiene a New York, con l’ormai miticaVillage Halloween Parade. Giunta al 39 anno, la tradizionale manifestazione in maschera nasce dall’abitudine del burattinaio Ralph Lee di andare la sera casa per casa a salutare bambini indossando maschere: il Theatre for New York City propose di trasformare questa cordiale consuetudine in un evento su ampia scala, fino ad arrivare oggi ad essere la più grande parata di Halloween del mondo! Vera istituzione sia per i cittadini che per i turisti che arrivano appositamente da ogni parte degli Stati Uniti, la Village Halloween Parade si snoda lungo la 6th Avenue, e può partecipare solo chi indossa un costume, naturalmente. Centinaia i carri, le performance, i ballerini, almeno 50.000 le persone attese per quest’anno, la parata si può seguire anche in diretta televisiva.

Ma se a New York c’è la più grande, in Minnesota c’è una delle più antiche parate della notte delle streghe. La città di Anoka si è infatti (auto) proclamata ‘Capitale mondiale di Halloween’, dato che la celebrazione risale al 1920 circa. Per tutta la settimana fino alla sfilata serale, Anoka ospiterà tantissimi eventi, dal contest di zucche scavatealle proiezioni di film, mentre la parata stessa sarà il culmine. Purtroppo quest’anno una delle notizie per cui si parla di più della Anoka Halloween Parade è il fatto che ad un gruppo che riceve finanziamenti dalla comunità LGBT è stato negata la possibilità di sfilare, accendendo numerose polemiche.

In Europa invece è l’Irlanda la degna rappresentante di Halloween, e non a torto: è proprio qui che la tradizione del Samhain, la grande festività celtica e della Wicca, da cui provengono numerose tradizioni esoteriche che negli anni si sono trasformate in folclore, fino ad arrivare ad Halloween. L’atmosfera stregata si può respirare soprattutto a Derry-Londonderry, dove dal 27 al 31 ottobre si svolge l’Halloween Carnival, cinque giorni di eventi a tema che culminano con lo spettacolo dei fuochi pirotecnici sul fiume Foyle.

Fonte: stile.it

VIAGGI  – GRANDI VIAGGI

Aspettando il 2015 al Louvre Abu Dhabi

 

 

Nuovi capolavori entrano a far parte della collezione permanente del prestigioso museo degli Emirati Arabi e tanti gli eventi culturali previsti da oggi fino al 2015.

Mancano ancora tre anni all’attesa apertura del Louvre Abou Dhabi, il primo museo universale del mondo arabo, ma già fervono le iniziative per far conoscere al grande pubblico le sue importanti collezioni. Dal 3 ottobre 2012 al 26 giugno 2013, nell’ambito della seconda edizione del “Louvre Abu Dhabi: Talking Art Series“, un ricco programma di eventi pubblici presenterà le significative acquisizioni compiute dal museo e illustrerà in modo dettagliato le opere d’arte che ne costituiranno la collezione permanente.

“Sono particolarmente contento dei progressi del Louvre Abu Dhabi – ha dichiarato Henri Loyrette, direttore del Louvre di Parigi – Le Talking Art Series sono uno step essenziale per costruire il futuro delmuseo e delle sue collezioni, arricchite da nuove eccezionali acquisizioni. Inoltre, sono molto importanti per la trasmissione del know-how e dell’esperienza prima che il museo apra definitivamente, così come  un ricco programma di Master Classes per gli studenti della Paris-Sorbonne University Abu Dhabi con l’Ecole du Louvre.”

Oltre alle letture e agli incontri, organizzati da TCA Abu Dhabi, Agence France-Muséums e Ecole du Louvre, il nuovo Louvre presenterà in attesa dell’opening una mostra incentrata sulle sue collezioni.  Intitolata ‘Birth of a Museum’, aprirà al pubblico nella capitale degli EAU ad aprile 2013. Una versione parigina della mostra sarà allestita anche nelle sale del Louvre.

Nato da un accordo tra il governo degli Emirati Arabi Uniti e di Francia ed espressione di una nuova dimensione mondiale dei musei, il Louvre Abu Dhabi conserverà e presenterà al pubblico opere d’arte, manoscritti e oggetti provenienti da ogni parte del mondo a testimonianza delle culture più antiche come delle più contemporanee. Con la sua apertura nel 2015, con l’inaugurazione dello Zayed National Museum nel 2016 e del Guggenheim Abu Dhabi nel 2017, la capitale degli Emirati Arabi diverrà, c’è da scommetterci, una delle mete più richieste dal turismo culturale internazionale.

Fonte: Francesca R. Chiocci – Turismo.it – il canale turismo scelto da LaStampa.it

 

Russia, Madonna convocata dai giudici

Accusata di aver violato la legge contro la «propaganda gay» la pop-star deve presentarsi a San Pietroburgo il 25 ottobre

La prima volta, l’11 ottobre, non sè presentato nessuno. Così ci riprovano. I giudici di San Pietroburgo hanno convocato per il 25 ottobre Madonna per una nuova udienza. La cantante è accusata di aver violato la legge contro la «propaganda gay» durante il concerto in Russia il 9 agosto scorso. L’avviso è stato mandato all’indirizzo dell’abitazione della cantante a New York.

L’INCHIESTA– A denunciare Madonna per «danni morali per aver promosso l’omosessualità» durante il suo show nella capitale degli zar, è stato il «Sindacato dei cittadini russi», un gruppo di attivisti filo-Cremlino, che chiede un risarcimento di 333 milioni di rubli (circa 10 milioni di dollari) per la violazione della legge in vigore a San Pietroburgo che proibisce la propaganda dell’omosessualità tra i minori. Durante la sua performance, Madonna aveva invitato i fan a difendere i diritti della comunità omosessuale in Russia. E due giorni a Mosca si era espressa a favore della liberazione delle componenti della band punk femminista, Pussy Riot.

Fonte: Corriere della Sera

Ted apprezzato dal pubblico italiano

ROMA, 22 OTT – Continua il dominio di ‘Ted’ al box office italiano. L’orsacchiotto dai modi scurrili mantiene la prima posizione: 1.484.681 euro nell’ultimo weekend per un incasso totale che sale a 8.803.970. Stabile al secondo posto L’era Glaciale 4 (863.659 euro). Tra le le new entry gli italiani i ‘Gladiatori di Roma’ (terzo con 818.913 euro), e ‘Il comandante e la cicogna’ di Silvio Soldini (settimo con 477.978 euro). Resiste nella top ten Tutti i santi giorni di Paolo Virzi’, decimo.

Fonte: ANSA

Iron Man 3

 

GUARDA IL TRAILER

 

Iron Man 3 è un film del 2013 diretto da Shane Black e con protagonisti Robert Downey Jr.Gwyneth PaltrowBen KingsleyDon Cheadle. Il film è il sequel di Iron Man e Iron Man 2 e rappresenta il settimo film della saga cinematografica prodotta dai Marvel Studios denominata Marvel Cinematic Universe. La sceneggiatura del film, scritta dallo stesso regista Shane Black in collaborazione con Drew Pearce, si basa sulla saga Extremis, scritta da Warren Ellis e pubblicata negli Stati Uniti in sei albi tra il 2005 e il 2006.[1]

É il primo film prodotto dai Marvel Studios ad essere distribuito dopo il crossover del 2012 The Avengers

TRAMA:

Quando Iron Man deve affrontare un nemico la cui forza non conosce rivali e che riesce a distruggere ciò che ha di più caro, l’industriale Tony Stark intraprende un durissimo viaggio in cui dovrà mettere alla prova il suo coraggio. Messo alle strette, riuscirà a sopravvivere grazie ai suoi dispositivi e al suo ingegno, che userà per proteggere le persone a lui vicine.

Fonte: Wikipedia