DA MR HU A MR XI

PECHINO – Completando il suo secondo mandato di potere in più di sei decenni di governo, il Partito comunista cinese giovedi ha presentato una lista per la nuova leadership guidata da Xi Jinping, il figlio di un leader rivoluzionario e venerato riformatore economico. La nuova giunta  si troverà ad affrontare il compito di guidare la Cina verso un modello di crescita più sostenibile e verso l’ ascesa del paese come potenza globale.


Per questa nazione la transizione conclude un periodo tumultuoso e afflitto da scandali e da intensa rivalità politica, presentando durante la festa alcune delle sue più grandi sfide dopo la rivolta studentesca del 1989. Giovedì, nei minuti prima di mezzogiorno, dopo il voto di conferma da parte del nuovo partito del Comitato centrale, il signor Xi, 59 anni, camminava sul tappeto rosso del palco presso la Grande Sala del Popolo, accompagnato da sei funzionari di partito che formeranno la nuova squadra del Politburo, il gruppo di elite che prende le decisioni cruciali per l’economia, la politica estera e altre importanti questioni. Prima della loro apparizione, la nuova formazione era stata annunciata da Xinhua, l’agenzia di stampa di stato.

“Abbiamo tutte le ragioni per essere orgogliosi – orgogliosi, ma non compiacenti”, ha detto il signor Xi, con un aspetto rilassato, in giacca scura e cravatta rosso vino. “All’interno del partito, ci sono molti problemi che hanno bisogno di essere affrontati, in particolare tra i membri del partito. Inoltra va limitata la corruzione e l’ estorsione fra i funzionari che, essendo in contatto con la gente, non devono enfatizzare eccessivamente le formalità, la burocrazia e altre questioni.” Ha aggiunto , “Per forgiare il ferro, bisogna essere forti.”

L’ascensione del signor Xi e gli altri membri della “nobiltà rossa” è emblematica. Entrando in scena  come una forza politica di primo piano, a causa della loro origine, si credono gli eredi delle rivoluzioni che si sono succedute nel 1949 e dunque tendono ad addossarsi il mandato autoritario che conferisce tale status.

“Credo che l’enfasi sia da ricercare nella continuità per accettare le sfide di cambiamento”, ha detto Bo Zhiyue, uno studioso della politica cinese presso l’Università Nazionale di Singapore.

Il signor Xi si trova ad affrontare un crescente coro di voci a sostegno di una maggiore apertura dei sistemi economici e politici della Cina, che i critici dicono aver subito una stagnazione nell’ultimo decennio sotto il capo del partito in partenza, Hu Jintao, nonostante l’emergenza del paese come seconda economia al mondo.

Hu, 69 anni, ha conferito anche la carica di presidente civile delle forze armate al signor Xi, divenuto protagonista di una transizione manifestatasi per la prima volta dopo quella dello sfortunato Hua Guofeng. Essa sicuramente dà al signor Xi una base più solida da cui partire per consolidare il suo potere, anche se si è alle prese con l’influenza continua degli anziani del partito.

Il signor Xi è noto per rifuggire i riflettori ed essere un abile costruttore di consenso. Ha trascorso la sua infanzia nelle file della leadership di pechinese, ma fu costretto a faticare in un villaggio di “cave homes” nella provincia dello Shaanxi per sette anni durante la Rivoluzione Culturale, quando suo padre fu eliminato.

Il suo primo lavoro fu come un collaboratore di un alto generale a Pechino. Ha quindi fatto carriera attraverso la truppa di partito provinciale, militando anche fra Fujian e Zhejiang, due regioni costiere note per l’imprenditoria privata e gli scambi con Taiwan. Mr. Xi grazie al proprio background familiare è stato facilitato nella costruzione di legami personali con alcuni leader militari. E ‘sposato con una cantante, Peng Liyuan, e hanno una figlia che frequentava Harvard con uno pseudonimo.

L’ abdicazione del signor Hu dalla presidenza militare stabilisce un importante precedente istituzionale per successori e può mettere la sua eredità in una luce più favorevole. In politica cinese, i dirigenti in pensione cercano di massimizzare la loro influenza anche in età avanzata, o aggrappandosi ai titoli o facendo pesare la propria carica su decisioni importanti.

Jiang Zemin, il predecessore di Hu come presidente e capo del partito, ha fatto entrambe le cose: ha tenuto una posizione nel settore militare per due anni dopo aver lasciato la propria posizione interna al partito nel 2002, fatto che ha portato grandi attriti all’interno del partito stesso. E negli ultimi mesi, ha lavorato per mantenere i suoi protetti all’interno del comitato permanente, che di solito è caratterizzato dai mercanteggiamenti dagli anziani e dai dirigenti del partito.

FONTE: New York Times

Traduzione: Romano Bianchi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...