ARRIVA MEMOTO, LA “CAMERA DELLA VITA”

 

Guarda il video:

http://www.youtube.com/watch?v=Huk0ig1yWHg

BASTA CON LE FOTO RICORDO, adesso si registra la vita. A lanciare la sfida è un progetto che sta per diventare realtà. Si tratta di Memoto, una piccola fotocamera che ci potrà seguire secondo dopo secondo per tutta la vita. Nasce da Kickstarter 1, sito di “crowfinding”, un portale dove chiunque abbia in mente un progetto può chiedere agli utenti di finanziarlo per attuarlo in cambio di una parte degli utili, del prodotto o altri benefici. L’idea è stata presentata sul sito il 23 ottobre da un gruppo di imprenditori svedesi e ha già raggiunto la cifra necessaria per l’avvio del progetto cioè 50 mila dollari. Ma non solo, in sole 5 ore dal lancio ha addirittura superato la cifra prestabilita arrivando a 189 mila dollari di donazioni. Un capitale che continua ancora a crescere grazie all’entusiamo degli utenti della rete, che dovrebbero ricevere in anteprima la fotocamera il prossimo febbraio.

La vita in un cubetto. La macchina fotografica, che sarà venduta a 199 dollari, è poco più grande di un pacchetto di cerini. Senza tasti o bottoni da dover pigiare, può essere appesa al collo come un ciondolo o attaccata al risvolto della giacca. Grazie alla sua memoria interna e una batteria a lunga durata è in grado di scattare foto da 5 megapixel ogni 30 secondi no-stop per 2 giorni, prima di dover essere ricaricata. Per organizzare le immagini e scaricarle è disponibile una app per smartphone sia per Android che iPhone.

La camera, come promette la società, catturerà fotografie constantemente fino a quando la si indosserà. E questo grazie a un sensore, un accellerometro, in grado di capire quando è meglio scattare le immagini. In più, grazie a un’antenna Gps integrata, ogni scatto sarà geotaggato, cioè la posizione dove l’istantanea è stata catturata sarà identificabile grazie a Google Maps, con l’aggiunta anche della data e dell’ora precisa. Questa funzione darà la possibilità agli utenti anche di cercare, dopo avere scaricato le foto, i luoghi in cui sono state scattate. Inoltre, a quanto pare, che piova a dirotto o ci sia un caldo torrido, per Memoto non conta: il piccolo cubetto è stato studiato anche per resistere alle condizioni meterologiche avverse.

Rivivere la propria vita. “Ogni singolo momento della nostra vita merita di essere rivissuto”, è il motto di Memoto. Dei frammenti della propria esistenza che non saranno neppure difficile da riorganizzare. Sarà infatti possibile inviarli al profilo personale nel database virtuale di Memoto. In più, i “propri ricordi”, oltre ad essere visualizzabili come singoli fotogrammi, potranno essere anche caricati in sequenza per diventare un vero e proprio film in stop-motion, ovvero un video creato scatto dopo scatto. Immagini pensate chiaramente anche per essere condivise facilmente sui social network.

I dubbi sulla privacy. Sulla rete sono già molti gli utenti che si chiedono come Memoto riuscirà a tutelare la privacy degli utenti e di chi sarà innavertitamente fotografato. La società ha provato a tranquillizzare tutti dicendo che i dati che saranno inviati ai loro server per essere salvati saranno criptati e quindi difficili da rubare persino per un hacker. Per quanto riguarda la privacy altrui, ovvero di chi verrà fotografato, Memoto precisa che “legalmente, è possibile fotografare ciò che si vuole, purché non lo si faccia contro la volontà altrui”. Insomma, come nel caso di qualunque altro strumento di ripresa, l’importante è essere sempre coscienti di avere una grande responsabilità verso i diritti degli altri.

L’avversario. Ma Memeto non è l’unico prodotto di questo genere. La OMG, una società inglese, lancerà a novembre il suo modello di fotocamera “cattura vita”. La macchina fotografica chiamata Autographer 4 è molto simile al progetto svedese. Di dimensioni “mini” e 8 Gb di spazio per salvare i dati, sarà venduta a 399 sterline, ovvero circa 492 euro. A differenza di Memeto offrirà però una vista “widescreen” a 136 gradi grazie ad una lente grandangolare, sarà quindi capace di catturare foto più ampie.

Fonti: laRepubblica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...